BenesserePelle.it

Iscriviti Subito

Il GLOSSARIO

Ii

Consulta il glossario di Pelle&Benessere.it, potrai trovare una spiegazione semplice per ogni termine dermatologico che non conosci.

Idrosadenite (inguinale od ascellare)

Dermatite, chiamata anche ascesso sudorale dell'adulto, che colpisce le ghiandole sudoripare presenti a livello dell'ascella, dell'areola mammaria, dell'area perineale e pubica. Nella grande maggioranza dei casi è causata dallo Staphylococcus Aureus. La patologia si manifesta inizialmente con la comparsa di uno o più noduli sottocutanei rotondeggianti, di pochi millimetri di diametro, dolenti e ricoperti da cute normale o arrossata. I noduli possono poi riassorbirsi spontaneamente o, al contrario, aumentare di dimensioni, evidenziarsi in superficie e evolvere in ascessi. La cute si arrossa, si assottiglia e infine si ulcera con fuoriuscita di materiale sieropurulento. Il decorso delle singole ulcerazioni è verso la risoluzione spontanea nell'arco di 1-2 settimane. È frequente la cronicizzazione del processo infettivo a causa della diffusione dell'infezione ad altre ghiandole. Possibile recidività.

Intertrigine

Infiammazione delle pieghe cutanee. Il temine è più comunemente attribuito alle pieghe interdigitali di mani e piedi, ma si riferisce anche alla piega inguinale, interglutea, ascellare e sottomammaria, o a tutte le sedi dove il rilassamento cutaneo determina la comparsa di una plica. Può esser di origine micotica o batterica. Molto frequente nei pazienti obesi, o affetti da diabete.

Ipercheratosi epidermolitica

Disturbo ereditario del processo di cheratinizzazione della pelle, che si manifesta con un ispessimento dello strato corneo e con lesioni dapprima eritematose e bollose, poi verrucose. La malattia dura per tutta la vita. Nelle forme generalizzate l'eritema diventa col tempo sempre meno evidente e le gettate bollose cessano del tutto.

Ipertricosi

Abnorme sviluppo di peli nelle aree del corpo femminile (ascelle, pube, avambracci,gambe) dove sono normalmente presenti, anche se in misura contenuta. Più frequente nelle donne di colorito scuro.

Irsutismo

Nell'irsutismo l'eccessivo sviluppo di peli si concentra, sempre nel corpo femminile, in zone in cui abitualmente non sono presenti peli, adottando una disposizione tipicamente maschile (al volto, sul petto, intorno al capezzolo). Nella maggior parte dei casi, l'irsutismo non è associato a patologie evidenziabili e si pensa che tra le cause possibili ci sia un'eccessiva sensibilità della cute del soggetto agli androgeni. In altri casi, l'irsutismo può essere provocato da disturbi ormonali (ovaio policistico, morbo di Cushing, acromegalia, sindrome surrenogenitale). Anche alcuni tipi di farmaci (ormoni androgeni, corticosteroidi, anabolizzanti) possono scatenare l'irsutismo.